Arco Antico -

Vai ai contenuti

Menu principale:

Percorsi turistici

Il nostro territorio è una fonte inesauribile di tesori artistici, religiosi e naturalistici. E San Severo si trova proprio al suo centro, e così ognuna delle attrattive è facilmente raggiungibile in poco tempo.

Volete immergervi nello splendore del barocco, nella storia e nell'arte?
Le chiese di San Severo e delle cittadine al suo intorno sono degli scrigni di tesori che la religiosità popolare e le donazioni delle famiglie nobiliari hanno contribuito a ingrandire nel corso dei secoli. Il Museo dell'Alto Tavoliere è ricco di reperti archeologici e di collezioni, e potrete sempre trovarvi una mostra o un evento. Anche una semplice passeggiata nei nostri vicoli è un tuffo in una lezione di storia dell'arte, tra portali e balconi dalle forme più artistiche. E a nemmeno un'ora e mezzo di auto le meraviglie della Terra di Bari, la cosidetta Puglia Imperiale tanto amata da Federico II di Svevia da fargli erigere lì una delle più spettacolari costruzioni medievali, Castel del Monte. Senza dimenticare Barletta e la sua storica Disfida e il romanico di Trani e ditorni.

In cerca di relax, mare e sole?
A est, iin meno di un'ora tutte le principali e rinomate capitali del turismo garganico sono a vostra disposizione. Peschici - la perla dell'Adriatico, Vieste e le sue spiagge, la Foresta Umbra con i suoi sentieri di trekking, le zone umide di Siponto e Trinitapoli, dove nidificano alcune tra le specie di uccelli più belle e rare.
A nord, di fronte al Gargano e a mezz'ora di motonave, le isole Tremiti vi aspettano, con i loro fondali cristallini.
A ovest, i tranquilli borghi e boschi del Subappenino dauno saranno fonte di sorpresa per tutti i turisti, per la bellezza dei luoghi ricchi di storia, per la serenità delle passeggiate e, certamente, per la qualità del cibo locale.

Il Gargano è famoso anche per i suoi luoghi di culto, da quelli più antichi fino al Novecento.
Monte Sant'Angelo è il terminale della Via Sacra Longobardorum fin dall'Alto Medioevo e, con la sua chiesa scavata della roccia e la lunga scala in discesa nelle viscere della terra, è uno dei luoghi più suggestivi della cristianità.
San Giovanni Rotondo riporta subito alla mente i luoghi del culto di Padre Pio, il cappuccino che fece di questa città un polo di medicina e ricerca scientifica all'avanguardia. Il suo Nuovo Santuario, progettato da Renzo Piano, gli rende il giusto onore da parte di tutta la comunità.

Torna ai contenuti | Torna al menu